LE MONETE DEGLI STATI UNITI D'AMERICA

DALLE COLONIE, ALLA INDIPENDENZA

ALL'OLD FAR WEST
1792 . I primi coni delle monete americane
Prima del 1792 i diversi stati dell’unione avevano battuto moneta, sulla base degli standard di finezza, peso e valore, prescritto dal governo centrale.

Il 2 aprile 1792, il Congresso dispose la creazione di una zecca per la coniazione di una moneta nazionale. La prima zecca degli Stati Uniti fu costruita nei pressi di Market Street di Filadelfia e rimase attiva per quarantuno anni.
Il 9 luglio 1792 furono acquistate 15 quindici tonnellate di rame per la composizione della lega di argento (89.24% di argento e 10,76 di rame) per coniare i dismes e mezzo dismes.
La tradizione dice che i primi mezzo dimes d'argento siano stati ricavati fondendo cucchiaini inglesi donati dal presidente George Washington.
Inoltre si racconta che, un anno dopo, Washington donò un bollitore da tè in rame nonché due coppia di pinze per iniziare la produzione di centesimi e di mezzo centesimo di dollaro.
Il 7 settembre 1792 con l’acquisto di rame e argento, gli operai iniziano la preparazione delle matrici e forni per la coniatura. Le presse furono acquistate in Inghilterra ed entrarono in funzione all’inizio del mese di ottobre con la coniatura dei primi dimes.
Half dismes o half dime = 5 centesimi.
Coniato in due versioni: argento e in rame
Dismes o dime = 10 centesimi.
Coniato in due versioni: argento e in rame
Silver-center cent
Coniato in rame con la parte centrale in argento
Centesimo in rame
Wright Quarter
Coniato in rame e in metallo bainco
Birch Cent. Rame
Le emissioni del 1793. Il mezzo centesimo e il centesimo.
LIBERTY CAP - Half Cent o 1/200 di Dollaro
Disegnato da Adam Ekfeldt - Ø 22 mm - peso di 6,74 g, in rame
Emesso solo nel 1793
FLOWING HAIR - LARGE CENTS - One Cent o 1/100 di Dollaro
Disegnato da Henry Voigt - Ø 26/27 mm - peso di 13,48 g, in rame
Emesso solo nel 1793
FLOWING HAIR - LARGE CENTS - One Cent o 1/100 di Dollaro
Disegnato da Adam Ekfeldt - Ø 26/28 mm - peso di 13,48 g, in rame
Emesso solo nel 1793
LIBERTY CAP - LARGE CENTS - One Cent o 1/100 di Dollaro
Disegnato da Joseph Wright (1793/95) e John Smith Gardner (1795/96)
Ø 29 mm - peso di 13,48 g, in rame
Emesso dal 1793 al 1796
Le nuove emissioni dal 1793 al 1804
LIBERTY CAP - Half Cent o 2/100 di Dollaro
Disegnato Robert Scot e John Smith Gardner - Ø 23,5 mm - peso di 6,74 g,
e 5,44 da 1795 al 1797. Rame - Emesso dal1794 al 1797
LIBERTY CAP - Half Cent o 2/100 di Dollaro
Disegnato Robert Scot - Ø 23,5 mm - peso di 5,44 g,
Rame - Emesso dal 1800 al 1808
DRAPED BUST - LARGE CENTS - One Cent o 1/100 di Dollaro
Disegnato Robert Scot - Ø 29 mm - peso di 10,98 g,
Rame - Emesso dal 1796 al 1807
FLOWING HAIR - Half dime
Disegnato Robert Scot - Ø 16,5 mm - peso di 1,35 g,
Argento - Emesso dal 1794 al 1795 e con aquila reversa al 1797
DRAPED BUST - Half dime
Disegnato Robert Scot - Ø 16,5 mm - peso di 1,35 g,
Argento - Emesso dal 1800 al 1805
DRAPED BUST - Dime
Disegnato Robert Scot - Ø 19 mm - peso di 2,7 g,
Argento - Emesso dal 1796 al 1797
DRAPED BUST - Dime
Disegnato Robert Scot - Ø 19 mm - peso di 2,7 g,
Argento - Emesso dal 1798 al 1807
DRAPED BUST - Quarter o 25 centesimi
Disegnato Robert Scot - Ø 27,5 mm - peso di 6,74 g,
Argento - Emesso nel 1796
DRAPED BUST - Quarter o 25 centesimi
Disegnato Robert Scot - Ø 27,5 mm - peso di 6,74 g,
Argento - Emesso dal 1804 al 1807
FLOWING HAIR - Mezzo dollaro o 50 centesimi
Disegnato Robert Scot - Ø 32,5 mm - peso di 13,48 g,
Argento - Emesso dal 1794 al 1795
DRAPED BUST - Mezzo dollaro o 50 centesimi
Disegnato Robert Scot - Ø 32,5 mm - peso di 13,48 g, - Argento -
Emesso dal 1796 con aquila Flowing Hair e 15 stelle e con aquila araldica a 16 stelle nel 1796/97, Con aquila araldiva e 13 stelle dal 1801 al 1807
FLOWING HAIR - Dollaro
Disegnato Robert Scot - Ø 39/40 mm - peso di 26,96 g,
Argento - Emesso dal 1794 al 1795
DRAPED BUST - Dollaro
Disegnato Robert Scot - Ø 39/40 mm - peso di 26,96 g,
Argento - Emesso dal 1798 al 1804
Sono state coniate versioni con 10 e 12 frecce e con 13 e 15 stelle.
La capitale federale e nuovi territori annessi
Nel 1790 il Congresso Americano decise di fondare la nuova capitale federale degli Stati Uniti d’America (District of Columbia), su un terreno ceduto dalla Virginia, a sud del fiume Potomac. La città di Washington fu costruita con un piano regolatore che si ispirava al parco di Versailles, in onore della Francia che tanto aveva contribuito nella guerra di indipendenza. Nel 1800 divenne sede del governo federale.

Nel 1796 il Tennessee diventò la sedicesima stella dell'unione e nel 1803 fu la volta dell'Ohio.

LOUISIANA PURCHASE
Era ambizione degli Stati Uniti d’America annettersi tutti i territori compresi dall’Atlantico al Pacifico. Il presidente Jefferson pensò di acquistare i territori, al momento sotto la sovranità della Francia e della Spagna, che fino a quel momento erano stati un ostacolo insormontabile all’espansione del nuovo stato.
Nel 1804 Napoleone Bonaparte, consapevole di non essere in grado di difendere un territorio così vasto decise di cedere la Louisiana in cambio di una somma di denaro di cui ne aveva un gran bisogno.
Con l' "Acquisto della Louisiana" (Louisiana Purchase in inglese) gli Stati Uniti annessero 2.140.000 km/q di territorio conosciuto con il nome di Louisiana. Il costo fu di 11.250.000 dollari i quali sommati all'estinzione dei debiti ed agli interessi raggiunsero la cifra totale di 23.213.568 dollari
La terra acquistata comprendeva gli odierni Arkansas, Missouri, Iowa, Oklahoma, Kansas, Nebraska, parte del Minnesota, la maggior parte del Dakota del Nord, il Dakota del Sud, la parte nord-est del Nuovo Messico, l'estremità nord del Texas, parte del Montana, il Wyoming, la zona ad est del Colorado e parte della Louisiana, incluso la città di New Orleans. La zona all'estremo nord occupava anche parte delle attuali province canadesi di Alberta e Saskatchewan.
L'acquisto della Louisiana, fornì nuove immense distese di terra ingigantendo la visione dei leader americani di creare "La Grande Nazione". Così iniziò la Conquista del West da parte dei nuovi coloni che durò ininterrottamente fino a metà secolo, colonizzando anche le terre dei nativi, costringendo il governo centrale alla deportazione forzata di intere tribù in aree meno fertili.
In giallo il territorio della Louisiana, e in paglierino chiaro i territori sotto la sovranità della Spagna:
Florida e la provincia del Messico.
LA SECONDA GUERRA CONTRO GLI INGLESI
Il 18 giugno 1812
, gli Stati Uniti d'America dichiararono, per la seconda volta, guerra al Regno Unito contro il tentativo britannico di tornare ad entrare in possesso delle sue ex colonie. La guerra fu causata, per larga parte, dalla politica britannica di pressione nei confronti del popolo statunitense e da motivi commerciali. Sebbene i britannici avessero avuto la meglio nella maggior parte degli scontri, la guerra finì il 23 marzo 1815 con un nulla di fatto e con il riconoscimento definitivo del nuovo Stato Americano.
I coni Coronet, Classic Head e Capped Bust e Seated Liberty
CLASSIC HEAD - Half cent o 1/200 di dollaro
Disegnato John Reich - Ø 23,5 mm - peso di 5,446 g,
Rame - Emesso dal 1809 al 1835
IL TEXAS LOTTA PER L'INDIPENDENZA DAL MESSICO
Il 1º ottobre 1835
scoppiò la guerra tra i coloni anglosassoni del Texas (allora cittadini messicani) con il Messico. I texani vinsero inizialmente alcune battaglie, ma poco dopo furono pesantemente battuti fino al celebre episodio di Forte Alamo, in cui tutti i difensori texani furono travolti e massacrati da preponderanti forze messicane.
La guerra si concluse il 21 aprile 1836 con la battaglia di San Jacinto in cui il generale Sam Houston sconfisse una parte dell'esercito messicano, guidata dal presidente-generale-dittatore Antonio Lopez de Santa Anna, che fu fatto prigioniero. La conseguenza politica fu la nascita della Repubblica del Texas che non ottenne mai il riconoscimento dal Messico. Diventerà stato dell'unione nel 1850.
I nuovi Stati dell'Unione

Louisiana (1812)
Indiana (1816)
Mississippi (1817)
Illinois (1818)
Alabama (1819)
Maine (1820)
Missouri (1821)
Arkansas (1836)
25 STAR FLAG - 1836-1837
Quarto di dollaro "bucato" senza il motto e un quarto di reales messicano. Monete del periodo della lotta per l'indipendenza del Texas dal Messico.
CLASSIC HEAD - LARGE CENTS - One cent o 1/200 di dollaro
Disegnato John Reich - Ø 29 mm - peso di 10,89 g,
Rame - Emesso dal 1808 al 1814
CORONET - LARGE CENTS - One cent o 1/200 di dollaro
Disegnato Robert Scot - Ø 28-29 mm - peso di 10,89 g,
Rame - Emesso dal 1816 al 1836
LIBERTY CAP - Half Dime o 5 centesimi di dollaro
Disegnato William Kneasss - Ø 15,5 mm - peso di 1,35 g,
Argento - Emesso dal 1829 al 1837
Ci sono delle varianti sulla scritta 5 C.
LIBERTY CAP - Dime o 10 centesimi di dollaro
Disegnato John Reich - Ø 18,8 mm - peso di 2,7 g,
Argento - Emesso dal 1809 al 1837-
dal 1828 il diametro venne ridotto a 18,5 mm
LIBERTY CAP - Quarter o 25 centesimi di dollaro
Disegnato John Reich - Ø 27 mm - peso di 6,74 g,
Argento - Emesso dal 1815 al 1838
dal 1831 le monete non hanno il motto
LIBERTY CAP - Mezzo dollaro o 50 centesimi di dollaro
Disegnato John Reich - Ø 32,5 mm - peso di 23,48 g,
Argento - Emesso dal 1807 al 1839
ci sono varianti con la scritta 50 cents e Half Dol.
freccia BLU
SEATED LIBERTY - Dollaro
Disegnato Christian Gobrecht - Ø 38,1 mm - peso di 26,73 g,
Argento - Emesso dal 1840 al 1873
dal 1866 con motto sul verso.
SEATED LIBERTY - Half Dime o 5 centesimi di dollaro
Disegnato Christian Gobrecht - Ø 15,5 mm - peso di 1,34 g,
Argento - Emesso dal 1837 al 1853
Ci sono delle varianti con il fronte senza stelle e il retro senza la scritta USA e la corona più grande
SEATED LIBERTY - GOBRECHT Dollaro
Disegnato Christian Gobrecht - Ø 28,1 mm - peso di 26,73 g,
Argento - Emesso dal 1836 al 1839