Soldatini di stagno, piombo e altre leghe
È certo che l’origine dei soldatini piatti di stagno risalga al Medio Evo. Bastava incidere una lastra facilmente lavorabile e colarvi dello stagno per ottenere dei piccoli personaggi spessi quanto un foglio di carta. Alla fine del 1700 a Norinberga vennero prodotti dei soldatini di stagno di alta qualità decorati da valenti artisti che facevano sognare i collezionisti di arte militare. Verso la metà del 1800 i produttori di soldatini cominciarono ad utilizzare il piombo in lega con una piccola percentuale di antimodio che garantiva la durezza ottimale dei figurini. Grazie alle nuove capacità produttive nel riprodurre e proporre soldatini dalle forme sempre più vicine alla realtà, il loro successo commerciale fu cosiderevole.
Essendo il piombo meno colabile dello stagno, i produttori realizzarono degli stampi più profondi creando dei soldatini definiti “semitondo” e successivamente “a tutto tondo”.
Oggi i soldatini in piombo vengono realizzati per i soli collezionisti per la ragione che, nei paesi occidentali, è vietata la vendita di pezzi in piombo come giocattolo per bambini.
Soldatini di stagno colorati e grezzi. Produzione anni 40/50
Soldatini di piombo. Reggimento EKATERINOSLAV GRANATIER con ufficiale comandante, tamburino, portabandiera e 9 granatieri
Soldatini di stagno tipo Norinberga. Mitragliere francese e reggimento Wehrmacht con assaltatori, gruppo in marcia e plotone comando.
Spessore da 1 a 2 millimetri. Produzione anni 60'.
Soldatini Manoil. Produzione anni 50/60'
Soldatini in ottone. Bersagliere e mitragliere inglese. Nessuna indicazione sulla produzione
Alla fine degli anni 70 tra le sorprese inserite negli ovetti Kinder si trovavano i soldatini in metallo. Quello che per i bambini era un "semplice giocattolo", è diventato, per molti, un oggetto da collezionare con passione. I soldatini della Kinder sono difficili da catalogare perché sono stati diffusi irregolarmente e privi di qualsiasi identificazione.
Quasi tutte le miniature sono state riproposte in anni diversi ma con colorazioni differenti: zinco, oro, rame, ottone, ferro, argento, cromo, brunito e verderame sono quelle principali. L’altezza di queste miniature è di 35 e 40 mm.
SOLDATINI IN LATTA SERIGRAFATA
I soldatini di latta non hanno avuto una particolare diffusione ed erano realizzati dalle stesse fabbriche di giocattoli in latta a partire dalla fine della prima guerra mondiale ed erano formati da due metà di latta stampata che venivano unite tramite piccole linguette e montate su un piedistallo.
Successivamente i soldatini vennero stampati e serigrafati da un solo lato con il piedistallo piatto piegato ad angolo.