IL GRANDE FASCINO DEL GIOCATTOLO
ASSOLUTAMENTE DA VISITARE !!!
IL MUSEO DEL GIOCATTOLO E DEL BAMBINO È LEZIONE DI VITA!!!
Il Museo organizza visite guidate, laboratori, spettacolazioni e mostre itineranti.
Collegatevi al sito ufficiale del Museo per conoscere il calendario completo delle attività.
NEL MUSEO I BALOCCHI SONO ESPOSTI IN AMPIE VETRINE, CON INFORMAZIONI ICONOGRAFICHE. SEGUENDO UN ORDINE CRONOLOGICO A TESTIMONIANZA DELL'EVOLUZIONE TECNICA-SOCIALE DEI GIOCATTOLI E SUDDIVISI IN:

1700/1850 - IL GIOCATTOLO ARTIGIANALE. 
Superbi balocchi, ricchi di espressione artistica, a volte animati, realizzati da valente artigiani .

1820/1900 - IL GIOCATTOLO ROMANTICO, posto come intermediario tra il bambino e la fantasia.

1880/ 1915 - L' ETA'  D'ORO DEL GIOCATTOLO, il momento di grande innovazione nella produzione del giocattolo

1920/1940 - il periodo che intercorre FRA LE DUE GUERRE, negli anni della ricostruzione con giocattoli realizzati con nuove tecniche e nuovi materiali

Anni '50 e '60 - IL PASSATO E IL FUTURO
Sono gli anni del boom economico, della rinascita industriale, di una nuova era per la storia dell'uomo e del giocattolo. In questi anni si compiono i primi passi verso il consumismo e la produzione di massa con la caduta della qualità dei prodotti.
Sempre nell' ambito dei balocchi d'epoca, i giocattoli sono suddivisi per tematiche di maggiore suggestione e interesse sociale. 

I GIOCHI DELLE BAMBINE E LE BAMBOLE

IL GIOCO DELLA GUERRA con soldatini di legno, stagno e cartapesta

 GIOCATTOLI DI LEGNO E DI LATTA

PINOCCHIO
Apparso per la prima volta nel 1881 fin da subito apparvero i primi pupazzi Pinocchio di legno o cartapesta, col vestitino di carta a fiori, come descritto da Carlo Lorenzini. 

IL GIOCATTOLO ITALIANO
Le prime produzioni sono caratterizzate dai tipici pregi dell'Artigianato italiano: originalità, gusto e qualità

IL CIRCO ha affascinato il mondo del giocattolo.  Il tendone del circo è un angolo incantato dove si esibiscono le variopinte marionette dei teatrini.

LA SCUOLA E I GIOCHI DIDATTICI i balocchi e i libri per l'infanzia aiutavano a sconfiggere l'analfabetismo, una vera opera sociale.