Giovanni Ricordi (Milano 1785- Milano 15.3.1853), violinista e direttore d'orchestra venne in possesso di numerosi spartiti originali e successivamente trasformò la sua attività in una casa editrice fondando la G. Ricordi & C. Stampò opere di Rossini, Bellini, Donizzetti e, dal 1844 di Verdi. Il figlio Tito (Milano 29.10.1811 - Milano 7.9.1888) rilevò la casa editrice di Giovanni Lucca. Il figlio Giulio (Milano 19.12.1840 - Milano 6.6.1912) fu grande amico di Puccini che sostenne agli esordi. Nel 1911 aprì una filiale a New York. Il figlio Tito (Milano 17.5.1865 - Milano 30.3.1933) fa anche regista teatrale: sostenne R. Zandonai, I. Montemezzi e F. Alfano. Nel 1994 la casa editrice Ricordi è passata sotto il controllo della BMG Ariola del gruppo tedesco Bettelsmanm.