Franz Laskoff (Laskovsky)
Laskoff rappresentò una delle personalità maggiori della grafica pubblicitaria nel passaggio fra 1800 e 1900. Benchè appartenesse alla prima generazione dei grafici della Ricordi (quella di Hohenstein, Metlicovitz e di Villa), percorse una via del tutto nuova e solitaria, adottando un linguaggio icastico decisamente dirompente nei confronti della classica “linea italiana” del manifesto. Il suo linguaggio si basò essenzialmente su stilizzazioni molto accentuate e su una costruzione delle forme in virtù di stesure bidimensionali di colore, con abolizione del contorno e dei toni intermedi. Dal 1900 al 1906 lavorò alle Officine Grafiche Ricordi di Milano dove eseguì una serie di cartoline postali a carattere commemorativo e pubblicitario e partecipò alla produzione di cartelli per Mele con sette manifesti finora noti, collocabili tra il 1900 e il 1902. Di questi cinque sono firmati ed hanno soggetti per pubblicità di abiti maschili, due invece sono siglati e reclamizzano le vendite speciali un tempo denominate “Occasioni”. Per Ricordi inoltre produsse anche avvisi d’opera tra i quali ricordiamo la celebre triade dedicata all’ “Oratorio S.Petrus” di Hartman,la “Entrata di Cristo a Gerusalemme” e la “Strage degli Innocenti” , datati 1899/1900. Altri suoi manifesti pubblicitari famosi saranno poi quelli per il cioccolato “Suchard” e per il “Costina’s Caffè”.