Brevissimo estratto da LOVEforSWATCH, di Ketty Magni e Fiorenzo Barindelli. Fotografie di Giorgio Cicardini
I packaging del World Museum
Colore ed emozioni in armonica sintonia di creatività ed estro con l’orologio Swatch in esso contenuto
Nel 1994, ancor prima di inaugurare il museo, Fiorenzo Barindelli in collaborazione con Marco Donnini realizza il primo special packaging. Distribuito presso il Centro Commerciale il Globo di Busnago (Milano) è prodotto in 999 pezzi numerati e contiene un orologio Cirleader e una maglietta. I primi 200 esemplari sono firmati sul cinturino dai due collezionisti.
Nel settembre 2001 per festeggiare il primo meeting internazionale Swatching and Swapping vengono realizzati 77 pezzicontenente una maglietta, una cartella stampa e l’orologio acces Blue Jacket. Tutti i packaging sono numerati e autografati dal collezionista Fiorenzo Barindelli.
Da subito si pensa di creare un oggetto ricordo o promozionale per la gioia dei collezionisti.
Fiorenzo Barindelli e Antonio Colombo inventano un particolare contenitore in legno dalla forma quadrata. Un plexiglass trasparente permette di mostrare l’orologio e vedere lo scorrere del tempo. Tutti i packaging sono in legno massello, al naturale o colorati con tonalità delicate e realizzati in tiratura limitata e numerati.
Il NUMERO 1.
Nel marzo 2003 per l’imaugurazione del museo, viene ideata una simpatica confezione trasparente che include due gomitoli di lana, uno nero e uno bianco, insieme all’orologio Black Sheep too, versione X-large del più conosciuto Original. La Pecora nera è realizzata in 250 pezzi numerati e datati 16 marzo e destinati ai collezionisti, più altri 100 pezzi non numerati e datati 13 marzo destinati ai Vip presenti.
Primo packaging Busnago 1994
Primo meeting internazionale a Cesano Maderno
settembre 2001
Prototipo
Special Etna
Prototipo
Premio per il concorso “Scegli il tuo Swatch”
"Black sheep” packaging inaugurazione museo, marzo 2003