International Wagner Modeling Collection
blister airfix

Blister AIRIFIX modello Spad VII in scala 1:72. Anni 50. La busta trasparente con i pezzi per assemblare il modellino e le decal, affrancata con due punti metallici a un cavallotto in carta leggera con in bianca l'immagine a colori del soggetto e in volta le istruzioni per il montaggio. Nessuna indicazione per la colorazione del modellino e il marchio AIRFIX CONSTRUCTION KIT è in lettere.

one orologi swatch da collezione orologi swatch da collezione orologi swatch da collezione orologi swatch da collezione orologi swatch da collezione
Blister Airfix anni 1950 e i nuovi blister, anni 60, con i componenti e le istruzioni maggiormente dettagliati
blister aifix
Modellismo statico di Aerei, Navi e Mezzi Militari

Nel modellismo statico la Germania perse la seconda guerra mondiale vincendo la guerra del modellismo.
Gli americani primeggiavavo con i kit dei potenti e innovativi mezzi bellici. in particolare aerei e navi.
Eravamo solidali con gli italiani, con i loro piccoli e romantici aerei da combattimento e i carri armati “scatole di sardine”. Della nostra potenza navale non trovavamo nulla.
Degli inglesi acquistavamo i kit degli aerei Hurricane e Spitfire e della prima guerra mondiale.
Il caccia ZERO per i giapponesi. Dei francesi nessuno se ne interessava.
Dei modelli storici ricordo la Revell 1950 e Airfix 1953. Si aggiunse francese Heller (1957), la Monogramm (1953) l'americana Aurora (1950) e nel 1962 la nostra Aliplast con il modello Fiat G 55 > Italaerei e infine Italeri a cui si aggiunse la Supermodel + Frog (1955), la Esci (1960) e le giapponesi Tamiya (1959) e Hasegawa (1961) che giunsero tardi, ai miei occhi, sugli scaffali del miei rivenditori di kit di modellismo.

 

return
dito
blister nuovi