I 22 TRIONFI
occultismo e divinazione
"Io sono tutto ciò che è
tutto ciò che è stato
tutto ciò che sarà
e nessun mortale
ha mai sollevato il mio velo”.
I TAROCCHI - TAVOLA 2
Gli Amanti - Il Carro
La Giustizia - L'Eremita
La Ruota della Fortuna - La Forza
Tarocchi di Marsiglia
Antichi tarocchi Bolognesi
Antichi tarocchi Italiani
Tarocchi Visconti- Sforza
Tarocchi del Rinascimento
Come avete visto nell'esposizione dei primi 5 Trionfi i Tarocchi di Marsiglia, di Venezia, Bolognesi e gli antichi Tarocchi Veneziani, sono simili uno con l'altro, salvo per lo stile del disegno: più moderno per i tarocchi di Marsiglia, più raffinati per l'antico Tarocco "Tagliano”. Ben diverse appaiono le figure dei tarocchi Visconti- Sforza e dei tarocchi del Rinascimento.

L'AMORAREUX (Gli Amanti)
è il sesto trionfo del mazzo dei Tarocchi e per tradizione la carta è legata alla scelta di un giuramento d'amore e della perennità ed eternità di un patto. Nella carta è rappresentato l'incontro di due giovani, una dama e un cavaliere d'alto rango. Un nobile osserva i due giovani e dall'alto Cupido su una nuvola è pronto a laciare la freccia. Nei Antichi Tarocchi Italiani Cupido ha gli occhi bendati.
Nei Tarocchi Visconti-Sforza l'incontro avviene in un giardino d'amore raccolti attorno in una fontana, o come nei tarocchi di Yale, davanti ad una tenda montata nel parco, con gli stemmi dei Visconti-Sforza e dei Savoia (forse Galeazzo Sforza e Bona di Savoia). Dall'alto di una colonna, Cupido con gli occhi bendati è pronto a colpire gli innamorati con la lancia. Nella carta degli amanti del Rinascimento ci sono tre coppie in effusioni esuberanti e dall'alto due Cupidi con arco e frecce stanno per colpire gli innamorati.

Significato divinatorio. Scelta.
Al dritto:
esame, tentativo, scelta importante, necessità di una decisione, matrimonio, giuramento, patto.
Al rovescio:
indecisione, tentazione, infedeltà, amore non ricambiato, promesse mancate, prova fallita.
Tarocchi di Marsiglia
Antichi tarocchi Bolognesi
Antichi tarocchi Italiani
Tarocchi Visconti- Sforza
Tarocchi del Rinascimento
LE CHARIOT (il Carro) settima carta dei Trionfi è riconducibile al carro trionfale degli antichi consoli e imperatori romani, che dopo la battaglia si recavano sul Campidoglio per rivevere la corona d'alloro e rappresenta, non solo la vittoria materiale ma anche spirituale. Nel mazzo dei Tarocchi dei Visconti-Sforza sul carro è rappresentata una figura femminile, personificazione della Fama e della Gloria, mentre nel mazzo dei Tarocchi del Rinascimento un guerriero troneggia su di un carro trainato da due destrieri bianchi.

Significato divinatorio. Vittoria.
Al dritto:
successo meriti riconosciuti, grandi ambizioni,capacità direttive, evoluzione spirituale o materiale.
Al rovescio:
sconfitta, incapacità, errori di valutazione, perdita improvvisa di un risultato certo, malgoverno.
Tarocchi di Marsiglia
Antichi tarocchi Bolognesi
Antichi tarocchi Italiani
Tarocchi Visconti- Sforza
Tarocchi del Rinascimento
LA JUSTICE (la Giustizia) ottava carta dei Trionfi è la giusta azione quando tutte le forze sono in perfetto equilibrio l'una rispetto all'altra. La carta presenta la donna con nelle mani i simboli classici della giustizia: la spada (per colpire l'ingiustizia) e la bilancia (il giusto equilibrio). Questo tema si ripete su tutte le carte dei Tarocchi salvo nel mazzo Visconti-Sforza in cui la Giustizia è sovrastata da un cavaliere con armatura e spada in mano, al galoppo, su un cavallo bianco

Significato divinatorio. Equilibrio.
Al dritto:
legge, equità, armonia, rispetto della gerarchia e delle regole.
Al rovescio:
pregiudizi, faziosità, scorrettezza, perdita di un processo, problemi sorti da una condotta ingiusta.
Tarocchi di Marsiglia
Tarocchi Veneziani
Antichi tarocchi Italiani
Tarocchi Visconti- Sforza
Tarocchi del Rinascimento
L'Hermite (l'Eremita) nona carta dei Trionfi. La lanterna invita a meditare sul tempo ineluttabile. Gli affanni sembrano diversi e insignificanti se proiettati in direzione dell'eternità. Nelle carte dei Visconti-Sforza e nei tarocchi del Rinascimento rappresenta il Tempo con la clessidra in mano mentre negli altri mazzi è raffigurato un vecchio con una lanterna in mano, chiaro richiamo a Diogene, il filosofo che fugge dal mondo alla ricerca di se stesso nella solitudine.

Significato divinatorio. Prudenza.
Al dritto: s
ilenzio, austerità, solitudine, ricerca spirituale, consigliere, esperto, guaritore.
Al rovescio:
misantropia, vittimismo, imprudenza, avventatezza, ostinazione, ritardo, sterilità, nemici nascosti.
Tarocchi di Marsiglia
Tarocchi Veneziani
Antichi tarocchi Italiani
Tarocchi Visconti- Sforza
Tarocchi del Rinascimento
La Roue de Fortune (la Ruota della Fortuna) La decima carta dei Trionfi indica il cambiamento e la capacità di vivere con prudenza il cambiamento stesso. Nelle carte dei Visconti-Sforza è una donna bendata seduta al centro della ruota dove sono raffigurate quattro figure: una posta in alto a rappresentare il momento più alto della fortuna, una in basso schiacciata dagli eventi e altre due che ruotano e simboleggiano l'ascesa e il rovescio della fortuna stessa Nella carta del Rinascimento, in alto è posto un asino (regno), un vecchio nella parte bassa (Sumisine regno), a sinistra un giovane in caduta (regnavi), colpito da sfortuna e a destra un altro giovane con la testa e coda d'asino in posizione di ascesa (regnando). Nei tarocchi de Marsiglia in alto è rappresentato un leone alato, coronato che impugna una spada e sulla ruota che gira ci sono una scimmia e un cane. Nel tarocco Veneziano c'è una figura coronata, e alata (con una sola ala) e scettro. Sulla ruota, in ascesa, una lepre. Nel antico tarocco italiano in alto seduta su un trono c'è la dea alata della fortuna con la cunicopia nella mano sinistra e un fascio di fulmini nella nano destra, A lato una colonna con il fuoco eterno e sulla ruota, in ascesa è rappresentata una volpe.

Significato divinatorio. Alternanza.
Al dritto:
successo immediato, vantaggi nati casualmente, occasioni propozie, il tempo, stagioni, mesi, anni, cicli naturali.
Al rovescio:
momento negativo, perdita al gioco, speculazioni sbagliate, rischi inutili, rovesci di fortuna, incapacità di distinguere il bene dal male.
Tarocchi di Marsiglia
Tarocchi Veneziani
Antichi tarocchi Italiani
Tarocchi Visconti- Sforza
Tarocchi del Rinascimento
La Force (la Forza) undicesima carta dei Trionfi. La Forza indica una persona energica dalla mente ordinata e pratica, sicura delle proprie azioni. La Forza è potenza dell'anima e trionfo dell'intelligenza sulla brutalità.
Per l'ennesima volta sono le carte storiche dei Tarocchi che esprimono il meglio nella iconografia che rappresenta la Forza. Nel tarocco dei Visconti-Sforza è rappresentato Ercole che indossa una corazza e sta per colpire con una mazza rudimentale un leone mentre nel tarocco del Rinascimento abbiamo una giovane donna che spezza una colonna. Nel tarocco italiano vediamo una giovane donna disarmata che con un piede tiene fermo il leone e con le mani apre la fauci della belva.

Significato divinatorio. Energia.
Al dritto:
coraggio, intelligenza che trionfa, padronanza di sé, lavoro, forza morale, difese di gusta causa.
Al rovescio:
crudeltà, tirannia, reazioni impulsive, stupidità temeraria, nemico forte e capriccioso.